La Befana di Popiglio

(inf. Seghi Moreno)

Ecco che vien pianino
Dai monti la Befana
Con la sua nenia strana
Passa per il camino

Fatela riposare
Datele del buon vino
E vedrete che con pochino
La potrete contentar

Nacque da padre zoppo
E certo non e’ bella
E’ vecchia ed e’ zitella
Ma buona in verita’

Aprite il borsellino
Oppure la credenza
Che noi avrem pazienza
Di aspettare qui un pochino

Grazie miei cari amici
Vi dice la Befana
Che la sua nenia strana
Vi possa far felici

Adesso riprendiamo
La nostra camminata
E’ finita la serenata
Quest’ altr’ anno
Ritornerem…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *