Il Grillo

POVERO GRILLO FACEVA L’ORTOLANO
DALLA MISERIA E S’IMPEGNO’ ‘L GABBANO

C’ERA UN GRILLO IN UN CAMPO DI LINO
LA FORMICUZZA GLI CHIESE UN FILINO

DICE LO GRILLO: CHE COSA NE VUOI FARE
CALZE E CAMICIA MI VOGLIO MARITARE

DICE LO GRILLO: LO SPOSO SONO IO
LA FORMICUZZA: SONO CONTENTA ANCH’IO

ECCO ARRIVATI AL GIORNO DELLE NOZZE
UN FIASCO DI VINO E TRE CASTAGNE COTTE

ERANO IN CHIESA GLI STA PER DA’ L’ANELLO
IL GRILLO CASCA,
GLI SI SPACCO’ IL CERVELLO

ERAN LE SETTE DI LA’ DAL MARE
QUANDO SI SEPPE
CHE IL GRILLO STAVA MALE

ERAN LE OTTO DI LA’ DAL PORTO
QUANDO SI SEPPE
CHE IL GRILLO L’ERA MORTO

LA FORMICUZZA
DAL GRAN DOLORE IMPAZZA
SPOSA NOVELLA SI RITROVO” RAGAZZA

TUTTI I GRILLINI
E SI VESTIAN DI NERO
PE’ ACCOMPAGNARE
L’AMICO AL CIMITERO

LE FORMICUZZE
E SI VESTIAN DI BIANCO
PE’ ACCOMPAGNARE
IL GRILLO AL CAMPOSANTO

LA FORMICUZZA DAL GRAN DOLORE
PRESE LE ZAMPE…
SE LE FICCO’ NEL CUORE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *